Regolamenti passaggi scuola e cambi di indirizzo

REGOLAMENTO PER  PASSAGGI DA ALTRE SCUOLE E CAMBIO INDIRIZZO

 

Adempimenti e procedure

  • Colloquio: cambio indirizzo di studio nel biennio con promozione alla classe 2^
  • Esami integrativi: cambio indirizzo di studio con promozione a classi successive alla 2^
  • Esami di idoneità: ammissione a classi successive a quella frequentata;
  • Colloqui Ed Esami Integrativi: Casi Particolari

 

 

  1. Il COLLOQUIO

 

È la prova che deve sostenere chi, promosso alla classe seconda, intende cambiare indirizzo o ordine di studio.

La domanda deve essere inoltrata entro il 30 giugno sull’apposito modulo disponibile on line o presso la Segreteria Alunni in Sede Centrale.

Il colloquio si effettuerà prima dell’inizio delle lezioni e tenderà ad accertare la consapevolezza della scelta del nuovo indirizzo di studi e degli obiettivi di apprendimento previsti nel POF con gli interessi e le competenze disciplinari della classe 1^ del nuovo corso di studi rispetto alle discipline del percorso precedente.

  1. B. In relazione alle nuove disposizioni connesse con la sospensione del giudizio di ammissione alla classe successiva (O.M. 92/07), coloro che hanno riportato la sospensione del giudizio dovranno entro il 30 giugno presentare domanda di preiscrizione agli esami integrativi. Procedura ordinaria
  • La domanda di ammissione deve essere presentata corredata dal “nulla osta” della scuola di provenienza, dalla pagella e dai programmi delle varie discipline svolte della classe frequentata;
  • Apposita commissione nella scuola esamina la domanda e definisce, sulla base delle differenze riscontrate nei diversi curricola, le discipline o le parti di discipline sulle quali dovrà vertere il colloquio;
  • Gli studenti dovranno ritirare presso la segreteria di questa scuola i programmi svolti nel corso dell’A. S. e presentare entro 1 settimana i programmi sottoscritti sui quali si prepareranno per il colloquio.

Le richieste di copia dei programmi saranno evase entro 7 giorni dal loro ricevimento.

L’ammissione alla classe seconda avviene tenendo conto della nuova disciplina sull’obbligo a 16 anni (D. Lvo 139/07) compatibilmente con la nuova disciplina che regola la sospensione del giudizio di ammissione alla classe successiva (O.M. 92/07), il DPR 122/09 regolamento sul coordinamento delle norme vigenti per la valutazione degli alunni, nonché i criteri di valutazione deliberati dal Collegio dei Docenti e recepite nel POF di Istituto.

 

  1. ESAMI INTEGRATIVI

 

Devono essere sostenuti da chi, ottenuta la promozione ad una classe successiva alla seconda, intende chiedere il passaggio alla classe corrispondente di altro corso o indirizzo di studio. Gli esami integrativi consistono in prove scritte e/o orali su “materie o parti di materie non comprese nei programmi del corso di studi frequentato”. Gli studenti che non hanno conseguito la promozione o l’idoneità alla classe successiva, possono sostenere, in scuole di diverso ordine, tipo o indirizzo, esami integrativi soltanto per la classe corrispondente a quella frequentata con esito negativo. Analogamente i candidati esterni che non hanno conseguito l’idoneità possono sostenere gli esami integrativi soltanto per la classe corrispondente a quella cui dà accesso il titolo di studio posseduto. (O.M. 90/01)

  1. B. In relazione alle nuove disposizioni connesse con la sospensione del giudizio di ammissione alla classe successiva (O.M. 92/07), coloro che hanno riportato la sospensione del giudizio dovranno entro il 30 giugno presentare domanda di prescrizione agli esami integrativi.

Procedura ordinaria

 Gli studenti promossi nello scrutinio di giugno possono presentare domanda su apposito modulo disponibile on line o presso la Segreteria Alunni in Sede Centrale entro il 30 giugno;

  • alla domanda devono essere allegati il “nulla osta”, le pagelle e i programmi relativi agli anni di scuola media superiore frequentati e la ricevuto del versamento di € 12.09 da effettuarsi sul bollettino di c/c Postale 1016 (tasse governative);
  • i programmi saranno esaminati da apposita commissione che dovrà individuare le discipline o parti di discipline sulle quali dovrà vertere l’esame;
  • queste saranno comunicate agli interessati entro il 10 luglio tramite affissione all’albo della scuola;
  • una volta conosciute le discipline d’esame i candidati dovranno richiedere in segreteria didattica i programmi – la richiesta sarà riscontrata entro 7 giorni – relativi alle discipline da studiare riferite ai diversi anni di corso;
  • entro 1 settimana dovranno essere presentati i programmi individuali sottoscritti dai candidati, e sui quali verterà l’esame.
  1. B. la commissione di cui sopra accerterà la correttezza dei programmi presentati dando avviso di eventuali incongruenze.
  2. ESAMI DI IDONEITA’

 

Agli esami di idoneità sono ammessi tutti i candidati in possesso di licenza di scuola media, che sostengono le prove di esame sui programmi integrali delle classi precedenti quella cui aspirano. I candidati, già in possesso di un titolo di studio, sostengono le prove sui programmi delle classi precedenti quella alla quale i candidati aspirano, limitatamente alle materie o parti di materie non comprese nei programmi della scuola di provenienza. Possono partecipare agli esami di idoneità anche gli alunni che intendono sostenere, ai sensi dell’art. 192, c. 6, del D. L.vo 297, detti esami per l’accesso alla classe immediatamente superiore a quella successiva alla classe frequentata, purchè abbiano ottenuto da questa la promozione per effetto di scrutinio finale e subordinatamente alla decorrenza dell’intervallo prescritto.(O.M. 90/01, art. 19, c. 8)

 Procedura ordinaria

  • La domanda può essere presentata dal 31 gennaio (per chi non frequenta alcun corso scolastico) al 30 Aprile;
  • Valgono le stesse disposizioni previste per gli esami di integrazione salvo quanto segue: o La comunicazione delle discipline oggetto d’esame sarà fornita agli interessati entro 20 gg. dalla presentazione della domanda con affissione all’albo.

 

  1. COLLOQUI ED ESAMI INTEGRATIVI: CASI PARTICOLARI

 

Nell’intento di promuovere il successo scolastico e formativo e per offrire:

  • un’opportunità di riorientamento coerente con i bisogni formativi degli studenti e delle loro famiglie,
  • di contribuire all’ampliamento delle opportunità educative e di favorire nei giovani studenti aspettative, talenti interessi e il personale sviluppo della persona nella costruzione del sé,
  • di contrastare il fenomeno dell’abbandono e della dispersione scolastica,
  • di aiutare gli studenti che si trovano nella necessità di chiedere un passaggio fra indirizzi di studio in tempi non compatibili con la procedura ordinaria;
  • per ovviare a necessità di trasferimento della famiglia; nel rispetto della normativa vigente sull’autonomia scolastica e le disposizioni sull’obbligo formativo si evidenzia la seguente procedura. Passaggio alla classe 2^ in corso di A. S. o dopo il 30 giugno
  • La domanda non può essere presentata successivamente al 15 febbraio,
  • La domanda deve essere corredata dalla documentazione prevista per la procedura ordinaria insieme ad ogni altro elemento di valutazione e i programmi messi a disposizione dalla scuola di provenienza,
  • La domanda sarà analizzata da un consiglio di classe individuato dalla Dirigente Scolastica,
  • Il consiglio di classe, comparati i programmi dell’indirizzo di provenienza con quelli da questo previsti, stabilisce le discipline, i tempi e i modi per il colloquio e per la verifica degli apprendimenti previsti,
  • Questi risultati contribuiscono alla valutazione finale. Agli studenti ammessi viene richiesto il versamento dell’intero contributo di Istituto.

Passaggio alle classi successive alla 2^ in corso di A. S. o dopo il 30 giugno

Si applica la stessa procedura prevista per il passaggio alla classe 2^ integrata come segue:

  • Il consiglio di classe valuterà l’ammissibilità dell’istanza di passaggio sulla base della comparazione del curriculum di provenienza e di quello di inserimento, nonché delle motivazioni all’origine della richiesta;
  • In caso di ammissione stabilirà le modalità di organizzazione di eventuali interventi integrativi, nonché tempi e modalità delle prove di verifica, anche scritta per le discipline che la prevedano, sulle materie oggetto di integrazione.

Sessioni di esame

Si prevede di organizzare:

  1. una sessione subito dopo il periodo di fermo didattico per gli studenti che abbiano fatto richiesta di passaggio entro il 31 dicembre di ogni anno.